Laboratorio prove conforme IATF 16949 per test di pulizia

Stai cercando un laboratorio prove conforme alla norma IATF 16949 per i test di pulizia e contaminazione (cleanliness test) secondo ISO 16232?

Sei finito nel posto giusto.

Ciò di cui hai bisogno è un laboratorio accreditato ISO IEC 17025.

Ora però, per non fare confusione, facciamo una breve panoramica di tutte queste norme.

  • NORMA ISO 16232 Road vehicles — Cleanliness of components of fluid circuits

La norma ISO 16232 – Road vehicles — Cleanliness of components of fluid circuits, è composta da 10 parti ed esplica nel dettaglio come si esegue il test di contaminazione sui componenti automotive.

Vengono presi in considerazione il vocabolario, i metodi di estrazione, di analisi gravimetrica, di conteggio e misurazione e qualificazione delle particelle, l’espressione dei risultati.

Ho approfondito le prescrizioni di questo standard negli articoli che riguardano le normative di riferimento  del cleanliness test.

  •  NORMA ISO / IEC 17025 Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura

La norma ISO/IEC 17025 Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura definisce i requisiti gestionali e i requisiti tecnici che i laboratori di prova e di taratura devono rispettare per ottenere l’accreditamento. In Italia, l’ente che certifica l’accreditamento dei laboratori è Accredia, che oltre a vigilare sulla conformità del laboratorio rispetto alla ISO / IEC 17025, prescrive anche dei requisiti aggiuntivi, senza i quali il laboratorio non ottiene l’accreditamento.

Se un laboratorio soddisfa i requisiti ISO/IEC 17025, soddisfa automaticamente i requisiti ISO 9001. Mentre la conformità ai requisiti ISO 9001 non dimostra la competenza e l’affidabilità nello svolgere le prove o le tarature.

  • STANDARD IATF 16949

Lo standard IATF 16949 è la ex norma ISO TS 16949, cioè quella norma di gestione sistema qualità specifica per il settore Automotive, che comprende la ISO 9001 e alcune prescrizioni specifiche volute dai costruttori di auto, riuniti nello IATF, International Automotive Task Force.

Lo IATF è un gruppo “ad hoc” di produttori automobilistici e le loro rispettive associazioni di categoria, formati per fornire prodotti di qualità migliore ai clienti del settore automobilistico di tutto il mondo.

Nello specifico, gli scopi per cui è stata istituita la IATF sono:

  1. Sviluppare un consenso sui requisiti del sistema internazionale di qualità fondamentale, principalmente per i fornitori diretti delle aziende fornitrici di materiali di produzione, parti di prodotti o servizi o servizi di finitura (ad esempio trattamento termico, verniciatura e placcatura). Questi requisiti saranno disponibili anche per altre parti interessate nel settore automobilistico.
  2. Sviluppare politiche e procedure per lo schema di registrazione di terze parti IATF comune per garantire la coerenza a livello mondiale.
  3. Fornire una formazione adeguata per supportare i requisiti IATF 16949 e lo schema di valutazione IATF.
  4. Stabilire legami formali con organismi istituzionali per sostenere gli obiettivi della IATF.

Tra i membri dello IATF ci sono: BMW Group, FCA US LLC, Daimler AG, FCA Italy Spa, Ford Motor Company, General Motors Company, Gruppo PSA, Renault, Volkswagen AG e le rispettive associazioni di categoria dei costruttori automobilistici – AIAG (USA), ANFIA (Italia), FIEV (Francia), SMMT (Regno Unito) e VDA QMC (Germania).

La norma IATF 16949:2016  è entrata in vigore a ottobre 2016 e il 14 settembre 2018 è la data limite per uniformarsi al nuovo standard.

La vecchia norma, emessa come UNI ISO/TS 16949, è scaduta nel 2016.

Le principali differenze tra il nuovo standard e quello vecchio riguardano una visione maggiormente cliente-centrica; l’enfatizzazione del miglioramento continuo; la necessità di assicurare il controllo sull’outsourcing; l’obbligo di redigere un FMEA, Failure Mode and Effect Analysis, per ogni fase critica del processo; la necessità dell’approvazione del cliente finale per tutte quelle modifiche che impattano sulla qualità del prodotto finito; maggiore attenzione sulla formazione delle risorse umane, con l’aggiunta di requisiti circa motivazione e responsabilizzazione dei dipendenti; predisposizione di un piano per garantire la soddisfazione dei requisiti del cliente (qualità, tempi di consegna…), anche nel caso di interruzione dei servizi dovute a emergenze come per esempio scioperi, guasti; divisione in fasi Progettazione Prodotto e Progettazione Processo; necessità di predisporre un piano di controllo per prodotto e processo.

Senza prendere in considerazione tutte le modifiche apportate dal nuovo standard IATF, i punti sui quali mi preme  porre l’attenzione è l’obbligo di applicare un sistema di produzione just in time e il punto 7.1.5.3.2  che riguarda i laboratori esterni.

  • PROVE DI LABORATORIO JUST IN TIME PER SISTEMA DI PRODUZIONE JUST IN TIME

La nuova norma IATF prevede l’implementazione di un sistema di produzione Just in time. 

Di fronte a questo obbligo, mi sembra ragionevole supporre che anche i controlli qualità dovrebbero essere fatti in tempi brevi.

Sembra infatti difficile sostenere una produzione just in time se poi il laboratorio fornisce i risultati delle prove e dei test di pulizia e contaminazione dopo molto tempo.

  • NORMA IATF 16949:2016 paragrafo 7.1.5.3.2 Laboratori esterni

Al paragrafo  7.1.5.3.2 Laboratori esterni, la norma dice

I laboratori esterni/commerciali/indipendenti utilizzati dall’organizzazione per i servizi d’ispezione, prova o taratura, devono avere un campo di attività definito che includa la capacità di effettuare le ispezioni, le prove o le tarature richieste, e anche:

  • il laboratorio deve essere accreditato ISO/IEC 17025 o norma nazionale equivalente e includere nello scopo dell’accreditamento (certificato) le relative ispezioni, prove o servizi di taratura: i certificati di taratura o i rapporti di prova devono includere il marchio dell’ente di accreditamento nazionale o
  • deve esserci l’evidenza che il laboratorio esterno è accettabile per il cliente

Questo significa che se devi fare un cleanliness test devi farlo in un laboratorio accreditato ISO 16232.

Se cerchi un laboratorio prove conforme IATF 16949 per test di pulizia, PuliKom è la soluzione adatta a te.

Telefona allo 0119370516 e prenota le tue prove di pulizia conformi IATF 16949.

Guarda le testimonianze di chi ha già scelto PuliKom.

Spero di incontrarti presto.

Elisabetta Ruffino

2019-06-20T13:00:53+02:00