La nuova norma ISO/IEC 17025 è valida per i laboratori che eseguono test di contaminazione?

Una delle domande che mi vengono fatte da quando è entrata in vigore la nuova norma UNI EN ISO/IEC 17025:2018 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura” è se è valida per i laboratori che eseguono i test di contaminazione sulla componentistica automotive, elettronica, medicale ecc.

La risposta è sì, a patto che il laboratorio sia accreditato per la norma ISO 16232.

CHE COSA E’ LA NORMA ISO/IEC 17025.

Partiamo dal principio: la norma ISO/IEC 17025 è uno standard internazionale che regola la competenza dei laboratori di prova e taratura. Essa è valida in tutto il mondo, e permette ai laboratori di fornire risultati attendibili ed imparziali e soprattutto confrontabili con quelli ottenuti da altri laboratori.
L’utilizzo della normativa è fondamentale per il laboratorio ma anche per i clienti, le autorità giudiziarie, le organizzazioni che, tramite la conferma dell’accreditamento di un laboratori, possono di conseguenza riconoscerne la competenza.
Esistono dunque degli enti di accreditamento che certificano la conformità del laboratorio rispetto alla norma citata.

 

ACCREDIA: L’ENTE DI ACCREDITAMENTO ITALIANO.

In Italia il compito di accreditare i laboratori di prova e taratura lo svolge ACCREDIA dal 2009, ed ogni stato generalmente possiede un proprio ente.
In Italia inoltre, per ottenere l’accreditamento, non basta seguire ed applicare la norma ISO/IEC 17025, ma bisogna dimostrare di attuare dei requisiti aggiuntivi dettati da ACCREDIA tramite regolamenti come il famoso RT-08 “Prescrizioni per l’accreditamento dei Laboratori di prova”.

 

ACCREDITAMENTO DEI METODI DI PROVA

Altra nozione fondamentale da comprendere è che ACCREDIA valuta ed applica l’accreditamento solamente ai metodi di prova (e di taratura/campionamento); questo significa che io come laboratorio non posso avere un accreditamento “generico”, ma potrò rilasciare un certificato di prova con marchio ACCREDIA solamente per quelle prove per le quali ho ottenuto l’accreditamento.

L’accreditamento pur riferendosi ai singoli metodi di prova, impone però una gestione della qualità interna relativa all’intero sistema.

Questo significa che tutte le attività del laboratorio accreditato, dall’emissione dell’offerta commerciale all’invio dei report con i risultati di prova, sono sottoposti a controlli da parte degli ispettori ACCREDIA che ogni anno sottopongono ad audit l’intero sistema qualità del laboratorio.

 

Ogni laboratorio accreditato sarà quindi in possesso di un elenco che dettaglia con precisione i metodi accreditati ed eventualmente il campo applicabile.

 

 

LABORATORIO ACCREDITATO PER TEST DI CONTAMINAZIONE.

PuliKom è il sistema del laboratorio accreditato MTC SRL per eseguire i test di contaminazione e pulizia tecnica secondo ISO 16232 sulla componentistica automotive, medicale, elettronica ecc.

Il fatto di rivolgerti a un laboratorio accreditato per l’esecuzione dei test di contaminazione secondo ISO 16232 è per te garanzia di competenza e imparzialità.

Purtroppo vedo sempre più spesso i venditori di attrezzatura per le prove di contaminazione, test di pulizia tecnica, cleanliness test,  che mettono a reddito le macchine da esposizione facendo test per conto terzi senza essere un laboratorio prove accreditato.

Questo atteggiamento comprensibilissimo in un momento di crisi economica in cui qualcuno è obbligato a “raschiare il barile” pur di fatturare, ti mette in una condizione anomala.

 

DOMANDE SCOMODE PER CHI SI FIDA DI CERTI FORNITORI

Lascia che ti faccia una domanda, anzi due:

Tu ti faresti fare prelievi e diagnosi da chi vende siringhe e strumenti per l’analisi del sangue?

Ti fideresti del parere di un tecnico commerciale che di mestiere fa dimostrazioni sul funzionamento della macchina che vuole vendere, invece che rivolgerti al laboratorio analisi dove a fare i prelievi e a dare gli esiti sono medici e infermieri autorizzati?

 

I REQUISITI CHE SOLO IL LABORATORIO ACCREDITATO RISPETTA

Io non metto in dubbio la capacità tecnica di eseguire la prova da parte di questi tecnici commerciali, ciò che questi venditori di attrezzature per il cleanliness però non possono garantirti è tutta una serie di requisiti che sono invece prescritti non solo dal metodo di prova accreditato, ma anche dalla norma che certifica la competenza del laboratorio prove accreditato.

In particolare mi riferisco a:

  • controllo dei dati e delle registrazioni
  • controllo dei documenti
  • controllo delle attrezzature
  • controllo delle tarature
  • controllo delle misurazioni
  • controllo degli ambienti
  • controllo del personale
  • controllo dei risultati di prova (incertezza e ripetibilità dei metodi)
  • controllo dei campioni sottoposti a prova
  • analisi dei rischi relativi ad ogni attività eseguita
  • impegno per il mantenimento dei requisiti ISO/IEC 17025 e miglioramento continuo

 

Ciò che queste aziende cioè non possono fare è affermare di essere un laboratorio prove conforme agli standard internazionali, creati per tutelare i clienti.

 

Infatti sono aziende commerciali che vendono strumenti e materiali di consumo per laboratorio che forniscono service conto terzi per mettere a reddito le loro macchine da esposizione, senza dare nessuna forma di tutela e garanzia a chi in buona fede gli affida campioni da analizzare.

Se vuoi la certezza di affidare i tuoi campioni ad un laboratorio conto terzi specializzato nei test di contaminazione e prove di pulizia, telefona adesso allo 0119370516 o scrivi a info@pulikom.com

 


I VANTAGGI PER TE

Report con i risultati in 24 ore sulla tua scrivania, o è gratis

Test ISO 16232 eseguiti in regime di accreditamento ISO/IEC 17025

Consulenza del tuo Assistente Personale prima, durante e dopo i test

 

Spero di conoscerti presto.

Elisabetta Ruffino

2019-06-20T12:59:34+02:00